Tutti i documenti necessari per ottenere un prestito - Mister Credit
Area clienti
Home / Guide / Credito al Consumo / I documenti necessari per ottenere un prestito

I documenti necessari per ottenere un prestito - Mister Credit

  • Credito al Consumo

Cos'è il prestito personale

Il prestito personale è una forma di credito destinato ai consumatori e finalizzato all’acquisto di beni o di altri servizi, permettendo loro di sostenere più serenamente la spesa da affrontare.

Prima di richiedere un prestito, è opportuno conoscere i requisiti necessari, la tipologia di documenti da fornire, e a quali prestiti possono ricorrere le diverse categorie di persone: dipendenti, pensionati, lavoratori autonomi. Infine, può risultare utile conoscere la cessione del quinto e quali documenti sono necessari in caso vi si voglia fare ricorso.

Quali sono i requisiti per avere un prestito?

Ci sono anzitutto dei requisiti di base per ottenere qualsiasi tipo di prestito. A questi si aggiungono poi dei requisiti specifici a seconda del tipo di finanziamento richiesto.

I requisiti di base sono relativi ai dati anagrafici e ai dati finanziari del richiedente:

  • avere un’età compresa fra i 18 e i 75 anni;
  • avere un reddito dimostrabile (ad esempio tramite CUD o busta paga);
  • essere residenti in Italia;
  • possedere un conto corrente.

Relativamente ai dati finanziari, si tratta principalmente dell’affidabilità creditizia del richiedente, che viene misurata sia in base al reddito, poiché la rata del prestito non deve di norma superare il 30%, sia in base all’eventuale presenza di segnalazioni presenti nei Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) della Centrale Rischi, e che possono essere dovute ad esempio a ritardi o mancati pagamenti di precedenti finanziamenti. Queste informazioni sono utili all’Istituto di Credito per capire se il richiedente sarà in grado di restituire, alle scadenze stabilite, la somma ottenuta in prestito.

Quali documenti servono per chiedere un prestito?

Quando si vuole chiedere un prestito, oltre ai requisiti è bene sapere quali sono i documenti che verranno richiesti. Questo perché, una volta ottenuta la pre-approvazione del prestito, l’Istituto di Credito fornirà il contratto da firmare, richiedendo una serie di documenti necessari per l’erogazione del finanziamento.

I documenti che possono identificare chi richiede il prestito:

  • Cittadini italiani: documento d'identità valido (Carta d'identità o Patente di guida) e Codice Fiscale.
  • Cittadini UE: carta d’identità e certificato di residenza.
  • Cittadini extra UE: documento di soggiorno

L’approvazione del prestito richiede inoltre una verifica dell’attuale condizione lavorativa e reddituale. A questo scopo verrà richiesta una documentazione reddituale:

  • Dipendenti

I lavoratori dipendenti dovranno fornire l'ultima busta paga (in alcuni casi vengono chieste le ultime due) ed eventualmente il CUD.

  • Pensionati

I pensionati: se il richiedente è pensionato, dovrà fornire l’ultimo cedolino o il modello Obis M rilasciato dall’ente previdenziale (in alcuni casi gli ultimi due).

  • Lavoratori autonomi

I liberi professionisti dovranno invece fornire una documentazione maggiore: l’ultima dichiarazione dei redditi (730 oppure Modello Unico), il modulo F24 attestante i pagamenti, il certificato di attribuzione della partita IVA e la visura camerale.

 Per alcune tipologie di finanziamenti potrebbero essere richieste anche copie delle ultime bollette delle utenze casalinghe di gas, luce e acqua o un preventivo della spesa da sostenere.

Cessione del quinto: documenti necessari

Per la cessione del quinto, oltre ai documenti riportati sopra, l’Istituto di Credito richiederà altri documenti. A seconda che il richiedente sia un dipendente pubblico o privato o un pensionato, si dovranno presentare anche:

  1. il certificato di stipendio (rilasciato dall'azienda o dell'ente pensionistico), che, nel caso di lavoratore dipendente, riporta la data di assunzione, l’anzianità lavorativa, la retribuzione mensile lorda e netta mentre nel caso di pensionato indicherà la quota cedibile;
  2. il TFR maturato;
  3. l'ultima busta paga o l'ultimo cedolino della pensione;
  4. eventuali trattenute o pignoramenti sullo stipendio;

l'assenso da parte dell'azienda o dell'ente pensionistico, incaricati di corrispondere le rate direttamente all'istituto finanziatore, con l'impegno a rispettare le scadenze dei pagamenti

Ottenere un prestito - verifica la tua affidabilità

Noi di Mister Credit suggeriamo sempre di accedere al credito in modo consapevole, monitorando entrate ed uscite in modo regolare, e tenendo sotto controllo la propria affidabilità creditizia. Per una verifica rapida e affidabile, puoi affidarti a METTINCONTO, il servizio di Mister Credit a supporto del consumatore che fornisce un report della propria situazione creditizia e una valutazione della propria affidabilità.